Sostenibilità ambientale nei processi produttivi ed economia circolare

Durata

56 ore (48 di aula + 8 Project work) da Maggio 2022

Modalità svolgimento

Videoconferenza

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 8 per edizione

Contenuti e destinatari del percorso

Operazione Rif. PA 2019-13378/RER approvata con DGR 1017/2020 del 03/08/2020 co-finanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.

Avvio e durata del percorso

Il corso si svolgerà a partire dal 31 Maggio per un totale di 56 ore (48 di aula + 8 Project work) per 8 destinatari.

Obiettivi e contenuti

Il percorso, della durata complessiva di 56 ore, avrà l’obiettivo di fornire ai partecipanti nuove conoscenze e capacità in materia di ideazione, gestione, monitoraggio, valutazione di progetti per la diffusione di una cultura della sostenibilità, per l’adozione di approcci e metodologie che favoriscano l’adozione del paradigma dell’economia circolare e sostengano la transizione ad un’economia orientata alla produzione
sostenibile, all’uso razionale delle risorse, alla riduzione dell’impatto ambientale dei processi di produzione industriale.

Destinatari

Liberi professionisti e dipendenti/imprenditori di imprese con sede in Emilia-Romagna.
Verranno considerate le prime 8 candidature secondo l’ordine di arrivo.

Calendario

  • Lo sviluppo sostenibile e la produzione industriale: Economia lineare ed economia circolare
    31 Maggio 2022 dalle 16:00 alle 18:00 – Andrea Cavagna Sfridoo
  • Eco-design
    07/06/2022 dalle 10:00 alle 13:00 – Omar Vulpinari
    08/06/2022 dalle 10:00 alle 13:00 – Omar Vulpinari
  • Business model per l’economia circolare
    14/06/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Paolo Odoardi
    16/06/2022 dalle 14:00 alle 18:00 – Paolo Odoardi
  • Energy Performance
    20/06/2022 dalle 09:00 alle 13:00 –  Michele Pinelli
  • Life Cycle Thinking e Life Cycle Assessment
    23/06/2022 dalle 09:00alle 13:00 – Maurizio Vitali
    28/06/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Maurizio Vitali 
  • Carboon footprint e Carbon neutrality
    01/07/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Vittorio Ronco
    06/07/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Vittorio Ronco
  • Gestire un progetto di innovazione ambientale
    11/07/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Johanna Lisa Ronco
  • Bilanci di sostenibilità e strategie di corporate social responsability – Casi aziendali
    14/07/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Paolo Odoardi
    18/07/2022 dalle 09:00 alle 13:00 – Paolo Odoardi
  • 8 ore di Project work con Paolo Odoardi da calendarizzare

Iscrizioni

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione in allegato e inviarla entro e non oltre il 5 maggio 2022 all’indirizzo Ilaria.bertelli@centoform.it.

Contatti

Referente: Ilaria Bertelli

Cell: 342 17 05 950

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Con il patrocinio di

L’analisi dei dati finalizzata alla previsione sociale per rispondere ai bisogni della società attraverso nuovi prodotti e/o servizi

Durata

48 ore da Giugno 2022

Modalità svolgimento

Videoconferenza

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 8 per edizione

Contenuti e destinatari del percorso

Operazione Rif. PA 2019-13378/RER approvata con DGR 1017/2020 del 03/08/2020 co-finanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.

Avvio e durata del percorso

Il corso si svolgerà a partire da giugno per un totale di 48 ore.

Possibilità di richiedere azione di consulenza di 20 ore  individuale sulla tematica oggetto del corso.

Obiettivi e contenuti

L’intervento è finalizzato ad acquisire competenze per poter leggere i cambiamenti della società al fine di individuare nuovi prodotti e servizi in risposta a bisogni emergenti.

  • Come sviluppare una Teoria del Cambiamento
  • Il legame tra progettazione e valutazione
  • I principali modelli valutativi
  • Rendicontazione VS impatto
  • Come identificare e comunicare gli impatti delle proprie attività
  • L’analisi Dei Dati Per Comprendere I Mutamenti Della Società
  • L’open Innovation: Collaborare Per Individuare Nuovi Prodotti / Servizi In Risposta Ai Bisogni Della Società

Destinatari

Liberi professionisti e dipendenti/imprenditori di imprese con sede in Emilia-Romagna.
Verranno considerate le prime 8 candidature secondo l’ordine di arrivo.

Calendario

Da definire.

Docenti

GIORGIA BONAGA:
Docente dell’università di Bologna, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in “Psicologia Generale e Clinica” nel 2012 realizzando una ricerca sull’impatto psico-sociale ed economico dei programmi di microcredito della Grameen Bank. Svolge l’attività di consulenza e formazione in valutazione e gestione dell’impatto per Enti del Terzo Settore, imprese ed Enti Pubblici

DATANINJA – BENEDETTA TONNINI:
Dataninja è un’azienda specializzata in programmi di apprendimento basati sui dati e servizi innovativi nel campo del giornalismo dei dati e delle tecnologie innovative.

OMAR VULPINARI:
Docente Universitario, designer, formatore, coach e facilitatore per progetti di design dell’innovazione, design di servizi e comunicazione del marchio con 30 anni di esperienza internazionale.
Guida aziende e organizzazioni nella definizione dei problemi e nella co-progettazione del valore per soluzioni incentrate sulle persone adottando metodologie di Design Thinking e Service Innovation.

SILVIA TESSARI:
Consulente aziendale per la valutazione di progetti di start up. Individua nuovi prodotti e servizi in risposta ai bisogni della società creando in concreto progetti di Open Innovation, ricerca e sviluppo.

Contesto

L’innovazione sociale è una nuova soluzione a un problema sociale che è più efficace, efficiente e sostenibile rispetto alle soluzioni esistenti e che è di valore più per la società nel suo complesso che per i singoli individui.

L’innovazione sociale può essere un prodotto, un processo di produzione, una tecnologia (proprio come l’innovazione in generale).

Risulta evidente la necessità di riconcepire prodotti e mercati andando a studiare i bisogni sociali, che consentano l’ingresso in nuovi mercati con nuovi prodotti e servizi, massimizzando il profitto, che resta indispensabile per la sopravvivenza dell’impresa ma curandosi anche del bene comune, creando quindi valore condiviso.

La capacità di leggere ed analizzare i dati in ottica di innovazione di prodotto / servizio viene inoltre richiamata come strategica nel manifesto delle competenze pubblicato dai CLUST-ER della regione, in riferimento non solo al CLUST-ER Innovate ma a tutti i CLUST-ER settoriali. Per questo motivo si ritiene di rivolgere tale intervento a tutte le tipologie di imprese.

Un ulteriore principio per sviluppare strategie di innovazione sociale che portino ad un valore condiviso per impresa e società è la necessità di favorire lo sviluppo di cluster locali assumendo come impresa il ruolo di attore ecosistemico, che travalica i confini della filiera e del distretto per riversare sulla comunità fisica (organizzazione interna, comunità locale) e virtuale (piattaforme) parte del valore creato attraverso le azioni strategiche e responsabili messe in atto.

In quest’ottica si cercherà di favorire l’approccio all’OPEN INNOVATION che potrà rappresentare, in particolare per le PMI, una grande opportunità per pensare e sviluppare nuovi prodotti e servizi attraverso il confronto con realtà diverse anche attraverso la partecipazione a piattaforme di innovazione (es. piattaforma EROI promossa da ART-ER). Si cercherà inoltre di evidenziare le opportunità che la digitalizzazione e la rete possono offrire per creare nuovi servizi in risposta a nuovi bisogni (es Cooperativismo di piattaforma).

Iscrizioni

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione in allegato e inviarla entro e non oltre il 5 maggio 2022 all’indirizzo ilaria.bertelli@centoform.it.

Contatti

Referente: Ilaria Bertelli

Cell: 342 17 05 950

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Con il patrocinio di

Useless is More. Rigenerazione urbana a base metabolica – 20 CFP Architetti

Durata

24 ore suddivise in 8 appuntamenti

Modalità svolgimento

Online. Da maggio a giugno 2022

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 12 per edizione

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Nuove competenze per l’innovazione e la sostenibilità della filiera dell’edilizia e costruzioni

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

La partecipazione al Corso dà diritto a 20 CFP per gli Architetti, assegnati dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna

Le città sono giacimenti ricchi di risorse non ancora individuate e non valorizzate: gli scarti, le nuove materie prime del nostro tempo. Sempre più le pratiche di recupero e riuso degli scarti iniziano a rendere più sfuocati e incerti i margini di ciò che il corpo sociale intende come rifiuto. Nella direzione di quella che Max Liboiron definisce un’etica del surplus, è compito dei progettisti e creativi continuare a sviluppare metodi e azioni progettuali tesi a generare nuovo valore, attraverso una revisione critica degli attuali pattern produttivi e dei modelli di consumo.

Destinatari

Dipendenti, dirigenti, titolari di aziende micro e piccole, liberi professionisti aventi sede legale e operativa in Emilia-Romagna nella filiera dell’edilizia e costruzioni.

Obiettivi

  • Sviluppare un percorso di consapevolezza per comprendere l’importanza dello scarto come fattore determinante per la cultura professionale e lo sviluppo locale dei territori;
  • sviluppare strumenti terminologici coerenti con strategie e scenari circolari di rigenerazione urbana;
  • allenare ad una diversa percezione dei luoghi e degli spazi legati al ciclo e alla filiera dei materiali post-consumo, puntando sul ruolo attivo del cittadino-prosumer (producer+consumer), per incrementare la consapevolezza delle dimensioni di prossimità e di coesistenza con ciò che viene scartato;
  • avviare un percorso di co-progettazione finalizzato all’elaborazione di strumenti di comunità, allo sviluppo di scenari integrati a scala urbana e alla prototipazione di servizi civici.

Programma / contenuti

Sono previsti appuntamenti laboratoriali online da 3 ore ciascuno in cui conoscere, analizzare ed approfondire pratiche, processi e strategie di rigenerazione urbana a base partecipativa che si ibridano con i temi del metabolismo urbano e dell’economia circolare.

  • Kick-off + guest lecture
  • Inquadramento generale
  • Le figure urbane del metabolismo urbano
  • Per un approccio metabolico: scarti come patrimonio, beni comuni e asset culturali
  • Sistemi integrati ed abilitanti: il contributo dell’arte, del service design e del civic Design
  • Unblackboxing
  • Scenari prossimi
  • Nuove parole per nuove narrative
  • Presentazione finale esiti e discussione

Docente

Saverio Massaro PhD / ass. Esperimenti Architettonici per Centoform e Wunderkammer.

Calendario

Calendario Edizione 3

  • Martedì 10 maggio ore 15:00-18:00 | Kick-off
  • Martedì 17 maggio ore 15:00-18:00 Le figure urbane del metabolismo urbano
  • Martedì 24 maggio ore 15:00-18:00 | Per un approccio metabolico: scarti come patrimonio, beni comuni e asset culturali
  • Martedì 31 maggio ore 15:00-18:00 | Unblackboxing: il contributo dell’arte, del service design e del civic Design
  • Martedì 7 giugno ore 15:00-18:00 | Nuove parole, nuove narrative
  • Martedì 14 giugno ore 15:00-18:00 | Prossimi scenari
  • Martedì 21 giugno ore 15:00-18:00 | Workshop con guest
  • Martedì 28 giugno ore 15:00-18:00 | Presentazione finale esiti e discussione

Tre punti per la rigenerazione urbana a base metabolica

Per avviare una strategia che tenda a generare nuovo valore dagli scarti e si fondi sul riconoscimento dei materiali post-consumo lo status di asset culturali, ci sono tre considerazioni fondamentali da cui partire:

  1. Il rifiuto è informazione incorporata nella materia. Il valore attribuito a materie e prodotti, o la definizione di “rifiuto”, è l’esito di convenzioni sociali variabili e temporanee. Nell’attuale modello lineare take-make-disposequesto valore informazionale è spesso invisibile e disperso. Un modello circolare alternativo parte, invece, dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Materiali (UDMR) e dall’uso del passaporto dei materiali, che traccia le biografie di materie e oggetti. Organizzare e utilizzare efficacemente dati, informazioni e storie contribuisce a definire nuovi modelli e nuove opportunità.
  2. I materiali post-consumo come beni comuni. L’equazione rifiuto=risorsa è rischiosa poiché perpetua una logica estrattiva e consumistica. Gli scarti urbani possono considerarsi common-pool resources (CPR), cioè sistemi relazionali semi-decentralizzati gestiti collettivamente sul modello dei beni comuni (Ostrom, Cavè), al fine di estendere la vita ed il valore d’uso di materie e prodotti. In questo scenario è fondamentale reinterpretare il comportamento dell’individuo, che non corrisponde più al modello dell’homo oeconomicus guidato esclusivamente dalla ricerca della massimizzazione del profitto, ma piuttosto al modello della mulier activa(Iaione), incentrato sulla reciprocità e la responsabilità verso la materia.
  3. Un nuovo patto tra scarti e città, verso un’architettura civica. L’attuale infrastruttura di gestione dei rifiuti è legata ad un modello industriale e rappresenta un esempio di scatola nera il cui funzionamento resta oscuro. In che modo l’architettura può rappresentare la futura “società circolare”? Occorre progettare reti di “spazi civici” decentralizzati e di prossimità: non si tratta di meri storage, bensì laboratori di trasformazione dei materiali post-consumo in asset culturali, dove si produce nuovo valore condiviso e si alimenta un metabolismo circolare.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email jury.mezzetti@centoform.it entro il 4 aprile 2022. Verranno prese le prime 10 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Jury Mezzetti
Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Building Automation

Durata

24 ore

Sede svolgimento

Percorso interamente online

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Minimo 10

MATERIALI, TECNOLOGIE E PROCESSI INNOVATIVI PER UN EDILIZIA SICURA E SOSTENIBILE

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

Calendario e programma del corso

  • 22/04/2022 dalle 9.00 alle 12.00
  • 29/04/2022 dalle 9.00 alle 12.00
  • 03/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30
  • 05/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30
  • 10/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30
  • 12/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30
  • 17/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30
  • 19/05/2022 dalle 14.30 alle 17.30

Il percorso mira a fornite tutte quelle conoscenze relative al miglioramento degli impianti tramite la Building Automation al fine di rendere più smart ed efficiente un edificio.

Contenuti del corso:

  • Introduzione alla Domotica e alla Building Automation
  • I servizi standard e i servizi avanzati di un sistema di Building Automation
  • Il mercato e i brand di riferimento
  • Impianti di Building Automation e impianti elettrici standard: differenze, vantaggi
  • Filosofie di organizzazione dei sistemi di Building Automation (centralizzati, distribuiti, chiusi, aperti,normati)
  • Elementi tecnologici dei sistemi di Building Automation (moduli di ingresso, uscita, di sistema etc)
  • Esempi di sistemi commerciali (Konnex, Bticino, X10, Lonworks)
  • Approfondimento sul sistema KNX: architettura, topologia, indirizzamento
  • Piccoli Esercizi di Progetto
  • Cenni ad ETS (Engineering Tool System)
  • Il risparmio energetico
  • La Domotica e la Building Automation per la disabilità
  • Le frontiere della ricerca

Destinatari

Liberi professionisti e piccole imprese.

Docente

Elena Mainardi – dottore di ricerca in ingegneria dell’informazione, curriculum automatica e docente universitario. esperta in sistemi di domotica, programmazione di macchine automatiche e piattaforme dedicate.

Sede

Percorso ONLINEPiattaforma CISCO WEBEX.

Possibilità di richiedere azione di consulenza di 8 ore (anche individuale) sulla tematica oggetto del corso.

Tale percorso formativo e l’eventuale consulenza aggiuntiva di 8 ore sono GRATUITI in quanto cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo secondo il regime di aiuti de minimis. È prevista una forma di contribuzione figurativa da parte dell’azienda e/o dal/la libero/a professionista in forma di mancato reddito: dichiarazione da rilasciare firmata al termine del percorso, con l’indicazione del costo orario lordo della persona inviata in formazione e relativa documentazione che attesta l’assegnazione di tale costo (ad es. LUL ed estratto busta paga per personale dipendente, dichiarazione rilasciata dal/la commercialista per soci, titolari e/o liberi professionisti). Il coordinatore del percorso sarà a disposizione per la predisposizione di tali dichiarazioni.

Con il patrocinio di:

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email ilaria.bertelli@centoform.it entro il 25 marzo 2022.

Contatti

Referente: Ilaria Bertelli

Cell: 342 17 05 950

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

La rigenerazione urbana: le premesse, i metodi e gli esiti

Durata

24 ore

Sede svolgimento

Percorso interamente online

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 10 per edizione

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

Docenza

PERFORMA Architettura+Urbanistica

Obiettivi formativi

I moduli intendono formare specialisti per la progettazione, gestione e realizzazione di azioni di intervento sulla città e il territorio, con particolare attenzione ai temi della rigenerazione di edifici vacanti ed aree abbandonate, nell’ottica della progressiva riduzione del consumo di suolo, come previsto dalla Legge Urbanistica Regionale, n.24 del 2017, per favorire la rigenerazione del patrimonio esistente ed il relativo utilizzo sostenibile.

Il corso fornirà le competenze essenziali necessarie ad individuare e valorizzare le specificità culturali e identitarie di un contesto edilizio e socio-economico, al fine di promuoverne i progetti di rigenerazione, valorizzando le risorse imprenditoriali esistenti e di nuova attivazione, per trovare soluzioni a problemi complessi, attraverso l’organizzazione e il coordinamento di gruppi multidisciplinari e l’attivazione di processi di governance estesi ad una pluralità di portatori di interesse, pubblici e privati.

Durante il percorso formativo si approfondirà il ruolo della cultura d’impresa nella lotta al degrado con particolare attenzione alle necessità delle aree dismesse, delle periferie e delle aree interne, in una prospettiva di forte innovazione sociale.

Si avrà modo di approfondire le politiche pubbliche e private a favole del riscatto dalle condizioni di degrado ambientale e socio-economico, affrontando gli aspetti legislativi e procedurali, con approfondimenti sulla recente legge della Regione Emilia-Romagna in materia.

Si imparerà a tradurre i fabbisogni della comunità in ipotesi progettuali, identificando gli attori da coinvolgere nel progetto, le modalità di “coaching” necessarie alla relativa crescita professionale ed i canali di finanziamento atti a sostenerne e promuoverne l’azione nel tempo.

Verranno presentati, infine, casi studio rappresentativi del territorio regionale, con particolare attenzione al quello bolognese, e tecnologie innovative per lo sviluppo di progetti di rigenerazione urbana.

Organizzazione del corso

Il corso è articolati in 6 MODULI didattici, ciascuno di 4 ore, dalle 9,30 alle 13,30, per 6 settimane consecutive, in modalità remoto. Ogni mezza giornata sarà dedicata ad un aspetto distintivo della rigenerazione urbana, definendo lo stato dell’arte a livello regionale e approfondendo specifici casi studio, utili all’apprendimento delle competenze in oggetto.

Programma del corso

  • Cicli di vita della città e rigenerazione urbana
    4 ore | Il fenomeno della rigenerazione e le strategie d’intervento (origine e premesse, il patrimonio edilizio dismesso, la cultura del riciclo edilizio e urbano, lotta al degrado e consumo di suolo, gestione dei processi e pratiche d’uso temporaneo, il rapporto con la pianificazione).
    Docente: arch. Nicola Marzot (PERFORMA A+U)

  • Mappare la rigenerazione urbana
    4 ore | le figure e i ruoli (tecniche di mappatura degli spazi e dei soggetti; il concetto di “bene comune”, la figura dell’attivatore territoriale).
    Docente: Werther Albertazzi (Planimetrie Culturali)

  • Gestire la rigenerazione urbana
    4 ore | La governace della rigenerazione urbana (aspetti gestionali della rigenerazione urbana, la costruzione del consenso e la gestione dei conflitti, logiche partecipative e costruzione del dialogo, tecniche di gioco-simulazione)
    Docente: Arch. Silvia Tagliazucchi

  • Aspetti finanziari della rigenerazione
    4 ore | Aspetti finanziari (canali e fonti di finanziamento europei e regionali, bandi qualificanti e costruzione del piano finanziario, finanza di impatto)
    Docente: Dott. Gianluigi Chiaro

  • Aspetti amministrativi della rigenerazione
    4 ore | Aspetti procedurali (La legislazione urbanistica nazionale e regionale, i contenuti del RUE, la disciplina per le “manifestazioni di pubblico spettacolo”, “Patti di collaborazione”, disciplina della convenzione)
    Docenti: Avv. Paola Capriotti e Avv. Elia De Caro

  • Attuare la rigenerazione urbana
    4 ore | agibilità e sicurezza nei cantieri, aspetti legali relativi alla gestione degli spazi, tecnologie per lo sviluppo della rigenerazione urbana (sistemi e componenti per un utilizzo flessibile degli spazi, caratteristiche logiche e limiti applicativi).
    Docenti: arch. Luca Righetti

Destinatari

liberi professionisti e piccole imprese del settore edile con sede legale o operativa in Emilia-Romagna.

Sede

Percorso ONLINE.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email Ilaria.bertelli@centoform.it entro il 27 gennaio 2022. Verranno prese le prime 10 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Ilaria Bertelli

Cell: 342 17 05 950

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Materiali, tecnologie e processi innovativi per un’edilizia sicura e sostenibile – 20 CFP Architetti

Durata

24 ore

Sede svolgimento

Percorso interamente online

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 15 per edizione

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

La partecipazione al Corso dà diritto a 20 CFP per gli Architetti, assegnati dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna

Docente

Architetto Clara Cucco | Studio Archliving di Ferrara (www.archliving.it)

Calendario e programma del corso

  • Giovedì 24 febbraio | ore 14-18
    Il quadro normativo. Green Public Procurement. Criteri ambientali minimi (CAM).
    I sistemi di certificazione internazionali. La dichiarazione ambientale di prodotto EPD.
  • Venerdì 25 febbraio| ore 9-13
    Life Cycle assessment (LCa) e Life Cycle Cost analysis (LCCa) di edifici e prodotti edilizi.
  • Giovedì 3 marzo | ore 14-18
    La transizione alla green Economy: le energie rinnovabili e l’innovazione.
    Energy performance Contract (EpC), Energy Saving Companies (ESCO), partenariato pubblico privato (PPP).
  • Venerdì 4 marzo | ore 9-13
    Il recupero dei materiali: da rifiuti a materie prime seconde.
    L’esempio di Centauroos e di Ecopneus.
  • Venerdì 11 marzo | ore 9-13
    Bonifiche e rigenerazione urbana.
  • Venerdì 18 marzo | ore 9-13
    La disciplina end of waste del settore delle costruzioni.

Destinatari

Liberi professionisti e piccole imprese.

Sede

Percorso ONLINE.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email jury.mezzetti@centoform.it entro il 21 gennaio 2022. Verranno prese le prime 15 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Jury Mezzetti

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Corso base di progettazione BIM architettonica – 20 CFP Architetti

Durata

24 ore

Sede svolgimento

Percorso interamente online

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 15 per edizione

Strategie e strumenti per l’innovazione nel settore edilizia e costruzioni

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

La partecipazione al Corso dà diritto a 20 CFP per gli Architetti, assegnati dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna

Calendario e programma del corso

Mercoledì 23 Febbraio 14.30 – 18.30

Mercoledì 02 marzo 14.30 – 18.30

Mercoledì 09 marzo 14.30 – 18.30

Mercoledì 23 marzo 14.30 – 18.30

Mercoledì 30 marzo 14.30 – 18.30

Mercoledì 16 marzo 14.30 – 18.30

Obiettivo del percorso è l’acquisizione di competenze nei settori che operano nella filiera edilizia e costruzioni, con particolare riferimento alla progettazione integrata BIM.

Contenuti del corso:

  • La digitalizzazione dei processi di progettazione e gestione dell’intervento un driver chiave dell’innovazione.
  • La metodologia del Building Information Modelling (BIM): ottimizzazione della pianificazione degli interventi di costruzione (se applicato ai nuovi edifici), recupero e restauro (se applicato al patrimonio esistente) e gestione dell’edificio stesso.
  • Il disegno tecnico attraverso la modellazione BIM architettonica ed estrazione di disegni tecnici e dettagli costruttivi.
  • Caratteristiche, tipologia gestione e integrazione delle librerie BIM.

Destinatari

Liberi professionisti e piccole imprese.

Sede

Percorso ONLINE.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email jury.mezzetti@centoform.it entro il 21 gennaio 2022. Verranno prese le prime 15 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Jury Mezzetti

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Materiali, tecnologie e processi innovativi per un’edilizia sicura e sostenibile IN PRESENZA – 24 C.F. Geometri

Durata

24 ore

Sede svolgimento

Collegio Geometri, Corso Porta Reno, 73 Ferrara

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 10 per edizione

Nuove competenze per l’innovazione e la sostenibilità della filiera dell’edilizia e costruzioni

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Per i Geometri, la partecipazione al corso, come previsto dal nuovo Regolamento della Formazione Continua, prevede il rilascio di n. 24 C.F. con presenza del 80%.

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

Calendario e programma del corso

25 febbraio 2022

Approcci circolari nella gestione dei materiali e delle risorse

  • Analisi dei flussi
  • Innovazione circolare: costi e opportunità
  • Sharing economy come mezzo di economia circolare: il valore delle relazioni di filiera.

3 marzo 2022

Percorsi di gestione responsabile delle risorse umane

  • Chi sono gli stakeholder interni: mappatura e rilevanza
  • La “Corporate Kindness”: il link tra CSR e valorizzazione dei dipendenti
  • Risorse umane e sostenibilità’: processi di engagement interno e opportunità di efficientemente dei processi.

9 marzo 2022

La creazione di reti virtuose sul territorio

  • Chi sono gli stakeholder esterni: mappatura e rilevanza
  • Analisi dei bisogni territoriali e identificazione della maturità
  • Progettare la risposta coinvolgendo le reti: processi di engagement e linee guida per il monitoraggio e l’assessment degli impatti

Destinatari

Liberi professionisti e piccole imprese.

Sede

Collegio Geometri, Corso Porta Reno, 73 Ferrara.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email Ilaria.bertelli@centoform.it entro il 21 gennaio 2022. Verranno prese le prime 10 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Ilaria Bertelli

Cell: 342 17 05 950

Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Useless is More. Rigenerazione urbana a base metabolica – 20 CFP Architetti

Durata

24 ore suddivise in 8 appuntamenti

Modalità svolgimento

Online. Da febbraio 2022

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 12 per edizione

Operazione Rif. PA 2019-11736/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 conanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Nuove competenze per l’innovazione e la sostenibilità della filiera dell’edilizia e costruzioni

Percorso GRATUITO finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

La partecipazione al Corso dà diritto a 20 CFP per gli Architetti, assegnati dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna

Le città sono giacimenti ricchi di risorse non ancora individuate e non valorizzate: gli scarti, le nuove materie prime del nostro tempo. Sempre più le pratiche di recupero e riuso degli scarti iniziano a rendere più sfuocati e incerti i margini di ciò che il corpo sociale intende come rifiuto. Nella direzione di quella che Max Liboiron definisce un’etica del surplus, è compito dei progettisti e creativi continuare a sviluppare metodi e azioni progettuali tesi a generare nuovo valore, attraverso una revisione critica degli attuali pattern produttivi e dei modelli di consumo.

Destinatari

Liberi professionisti e micro-imprese del settore edile.

Obiettivi

  • Sviluppare un percorso di consapevolezza per comprendere l’importanza dello scarto come fattore determinante per la cultura professionale e lo sviluppo locale dei territori;
  • sviluppare strumenti terminologici coerenti con strategie e scenari circolari di rigenerazione urbana;
  • allenare ad una diversa percezione dei luoghi e degli spazi legati al ciclo e alla filiera dei materiali post-consumo, puntando sul ruolo attivo del cittadino-prosumer (producer+consumer), per incrementare la consapevolezza delle dimensioni di prossimità e di coesistenza con ciò che viene scartato;
  • avviare un percorso di co-progettazione finalizzato all’elaborazione di strumenti di comunità, allo sviluppo di scenari integrati a scala urbana e alla prototipazione di servizi civici.

Programma / contenuti

Sono previsti appuntamenti laboratoriali online da 3 ore ciascuno in cui conoscere, analizzare ed approfondire pratiche, processi e strategie di rigenerazione urbana a base partecipativa che si ibridano con i temi del metabolismo urbano e dell’economia circolare.

  • Kick-off + guest lecture
  • Inquadramento generale
  • Le figure urbane del metabolismo urbano
  • Per un approccio metabolico: scarti come patrimonio, beni comuni e asset culturali
  • Sistemi integrati ed abilitanti: il contributo dell’arte, del service design e del civic Design
  • Unblackboxing
  • Scenari prossimi
  • Nuove parole per nuove narrative
  • Presentazione finale esiti e discussione

Calendario corso edizioni 3 & 4

Calendario Edizione 3

  • Venerdì 25 febbraio 14:30-18:30 | Kick-off + guest lecture
  • Venerdì 4 marzo 14:30-18:30 | Le figure urbane del metabolismo urbano
  • Venerdì 11 marzo 14:30-18:30 | Per un approccio metabolico: scarti come patrimonio, beni comuni e asset culturali
  • Venerdì 18 marzo 14:30-18:30 | Unblackboxing: il contributo dell’arte, del service design e del civic Design
  • Venerdì 25 marzo 14:30-18:30 | Nuove parole, nuove narrative e scenari prossimi
  • Mercoledì 30 marzo 14:30-18:30 | Presentazione finale esiti e discussione

Calendario Edizione 4

  • Martedì 22 febbraio 14:30-18:30 | Kick-off + guest lecture
  • Martedì 1 marzo 14:30-18:30 | Le figure urbane del metabolismo urbano
  • Martedì 8 marzo 14:30-18:30 | Per un approccio metabolico: scarti come patrimonio, beni comuni e asset culturali
  • Martedì 15 marzo 14:30-18:30 | Unblackboxing: il contributo dell’arte, del service design e del civic Design
  • Martedì 22 marzo 14:30-18:30 | Nuove parole, nuove narrative e scenari prossimi
  • Martedì 29 marzo 14:30-18:30 | Presentazione finale esiti e discussione

Tre punti per la rigenerazione urbana a base metabolica

Per avviare una strategia che tenda a generare nuovo valore dagli scarti e si fondi sul riconoscimento dei materiali post-consumo lo status di asset culturali, ci sono tre considerazioni fondamentali da cui partire:

  1. Il rifiuto è informazione incorporata nella materia. Il valore attribuito a materie e prodotti, o la definizione di “rifiuto”, è l’esito di convenzioni sociali variabili e temporanee. Nell’attuale modello lineare take-make-disposequesto valore informazionale è spesso invisibile e disperso. Un modello circolare alternativo parte, invece, dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Materiali (UDMR) e dall’uso del passaporto dei materiali, che traccia le biografie di materie e oggetti. Organizzare e utilizzare efficacemente dati, informazioni e storie contribuisce a definire nuovi modelli e nuove opportunità.
  2. I materiali post-consumo come beni comuni. L’equazione rifiuto=risorsa è rischiosa poiché perpetua una logica estrattiva e consumistica. Gli scarti urbani possono considerarsi common-pool resources (CPR), cioè sistemi relazionali semi-decentralizzati gestiti collettivamente sul modello dei beni comuni (Ostrom, Cavè), al fine di estendere la vita ed il valore d’uso di materie e prodotti. In questo scenario è fondamentale reinterpretare il comportamento dell’individuo, che non corrisponde più al modello dell’homo oeconomicus guidato esclusivamente dalla ricerca della massimizzazione del profitto, ma piuttosto al modello della mulier activa(Iaione), incentrato sulla reciprocità e la responsabilità verso la materia.
  3. Un nuovo patto tra scarti e città, verso un’architettura civica. L’attuale infrastruttura di gestione dei rifiuti è legata ad un modello industriale e rappresenta un esempio di scatola nera il cui funzionamento resta oscuro. In che modo l’architettura può rappresentare la futura “società circolare”? Occorre progettare reti di “spazi civici” decentralizzati e di prossimità: non si tratta di meri storage, bensì laboratori di trasformazione dei materiali post-consumo in asset culturali, dove si produce nuovo valore condiviso e si alimenta un metabolismo circolare.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla all’indirizzo email jury.mezzetti@centoform.it entro il 21 gennaio 2022. Verranno prese le prime 12 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Jury Mezzetti
Tel: 051 68 30 470

Documentazione

Social Media Strategy: gestire in autonomia la comunicazione aziendale sul web

Durata

24 ore suddivise in 6 appuntamenti

Modalità svolgimento

Videoconferenza

Costo

GRATUITO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna)

Num. Partecipanti

Max 10 per edizione

Destinatari e obiettivi del corso

NUOVE COMPETENZE PER L’INNOVAZIONE, LA SOSTENIBILITA’ E L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE DELLA FILIERA MECCANICA.

Operazione Rif. PA 2019-11735/RER approvata con DGR 1336 del 29/07/2019 cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.

Valido ai fini dell’obbligo formativo previsto da CCNL Meccanica.

Destinatari

Il corso si rivolge in particolare a dipendenti, dirigenti, titolari e liberi professionisti di piccole imprese aventi sede legale e operativa in Emilia-Romagna del comparto meccanico, meccatronico, motoristico e dei servizi ad esso collegati.

Calendario

  • Giovedì 11 novembre ore 14:00 – 18:00 
  • Lunedì 15 novembre 14:30 – 18:30 
  • Giovedì 18 novembre 14:30 – 18:30 
  • Lunedì 22 novembre 14:30 – 18:30 
  • Venerdì 26 novembre 09:00 – 13:00  
  • Lunedì 29 novembre 09:30 – 13.00 

Docenti

Alberta Barbagli, Web Social Coach, Consulente di Comunicazione, Communication & Web Marketing Project Manager Docente, Imprenditrice e Fondatrice del progetto di educazione alla comunicazione “Telling U”.

Obiettivi

Per utilizzare al meglio i canali digitali e strutturarsi in tal senso serve prima capire quali sono gli obiettivi aziendali da raggiungere, come funzionano quegli strumenti e cosa possono offrirci, quale è l’atteggiamento mentale utile a vivere le piattaforme web per arrivare ai risultati prefissati, come rispettare le logiche digitali, i linguaggi e le aspettative che le persone che già “vivono online” applicano e hanno. In questo percorso sarà possibile avere una visione a 360° delle azioni da fare per avviarsi all’uso corretto dei social media, attraverso i primi tre step di “Social Approach”, in modo trasversale, come costruire la propria identità digitale, come avviare una comunicazione efficace sviluppata su più canali, con particolare attenzione anche al sito web, alle landing page e alle Digital PR (pubbliche relazioni online). Si andranno a studiare in verticale alcune tra le piattaforme oggi più utilizzate e utili per il business: Instagram, LinkedIn, Facebook e YouTube. Si svilupperanno concetti e pratiche di Social Media Strategy e di Content Marketing per comprendere e gestire in autonomia la comunicazione aziendale online, sui social network.

Contenuti del corso

Social Approach Parte 1

Approccio e mindset giusto per gestire i canali digitali, dettagli di marketing, di Branding, di Personal Branding, perché è utile comunicare online e come farlo, comunicare messaggi di valore, come è cambiato il marketing e il modo di comunicare grazie alla digitalizzazione: uno sguardo al futuro, il ruolo degli influencer, attrarre contatti e selezionare i clienti grazie alla comunicazione in rete

Social Approach Parte 2

Come è cambiato il marketing e il modo di comunicare grazie alla digitalizzazione: uno sguardo al presente, i social network oggi: sguardo trasversale ai dati 2020, le tendenze e su cosa puntare, come è cambiato il marketing e il modo di comunicare grazie alla digitalizzazione: uno sguardo al passato, cosa possiamo imparare dai grandi Brand: tecniche di comunicazione, trasmettere valore, generare fiducia, applicare la trasparenza, il coinvolgimento e la co-creazione, newsjacking e picchi di visibilità, costruire la propria identità digitale: tecniche, strumenti e ragionamenti strategici: posizionamento, valore unico (unique selling proposition), valori e credenze del Brand, come crearli e come dove e quando utilizzarli, le tecniche di comunicazione che non devono mai mancare nella comunicazione social, Universo Digitale e strategia di collegamento tra diversi canali (social network, sito web, landing page, ecc.)

Social Approach Parte 3

Il pubblico della rete: chi è, che aspettative ha, come ispirarlo e coinvolgerlo, generazioni online, il posizionamento e il sito web, la connessione emotiva tra azienda e cliente, tra Brand e pubblico, intenzione e coerenza del messaggio, il tono di voce: cos’è, come si costruisce, esempi pratici e strategie, il linguaggio della rete e il proprio linguaggio di comunicazione, come creare un naming (nome azienda, nome progetto, nome blog, nome landing page, nome pagina social, hashtag messaggio di valore, ecc.): alcuni suggerimenti strategici, Le Digital PR (pubbliche relazioni digitali), strategie di base suggerite

Instagram

Potenzialità del social network e formazione completa sull’uso di Instagram in modalità organica: piattaforma, profilo personale e aziendale, bio, bacheca, tutti i formati dei post, storie, IG TV, guide, dirette, piano editoriale, gli hashtag, i contenuti creativi, suggerimenti strategici, strumenti, esempi pratici, come creare strategie di comunicazione su Instagram e integrarle con altri canali dell’Universo Digitale.

LinkedIn

Potenzialità del social network e formazione completa sull’uso di LinkedIn in modalità organica: piattaforma, Profilo Personale (Personal Branding sia per professionisti, imprenditori e dipendenti) e Pagina Aziendale. Profilo Personale: come compilarlo in modo efficace, come usarlo, come scrivere contenuti, quali contenuti funzionano, gli hashtag, gli articoli, come usarlo all’interno di una strategia con più canali. Strategie suggerite, strumenti ed esempi. Pagina Aziendale LinkedIn come gestirla in sinergia con i Profili Personali.

Facebook

Pagina Facebook e Profilo Personale: come ottimizzarle, Pagina Facebook: come usarla in modo efficace, gli errori da non fare e come fare campagne pubblicitarie livello base: i ragionamenti da fare e il percorso di considerazione della Pagina necessario a farla conoscere.

YouTube

Come usare YouTube per convertire contatti interessati in potenziali clienti, come usarlo in sinergia con altri canali social. Panoramica su altri canali social utili alle strategie di comunicazione aziendale.

Informazioni per iscriversi

Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione in allegato e inviarla all’indirizzo email jury.mezzetti@centoform.it. Verranno prese le prime 10 candidature previa verifica dei requisiti.

Contatti

Referente: Jury Mezzetti

email: jury.mezzetti@centoform.it

Tel: 051 68 30 470

Documentazione