Nella vecchia Economia Lineare (usa-getta) l’innovazione di valore doveva raggiungere tre obiettivi essenziali: dare risposte ai bisogni delle persone, essere tecnologicamente realizzabile, e finanziariamente sostenibile.
Oggi, con gli effetti disastrosi del riscaldamento globale più che mai evidenti, chi fa innovazione non può più limitarsi ai tre obiettivi del passato. Per salvaguardare il futuro dell’ambiente e dell’umanità è diventato prioritario aggiungerne un quarto, quello della circolarità, indispensabile per farci compiere la necessaria transizione paradigmatica verso l’Economia Circolare (usa-riusa-ripara-ricicla).

Il corso è pensato come un primo passo per chi vuole fare innovazione cercando di salvaguardare e rigenerare i sistemi naturali, sociali e commerciali integrando le basi del processo di innovazione del Design Thinking e i principi di rigenerazione ecologica del Circular Design.

A CHI È RIVOLTO

Si tratta di un corso di livello introduttivo, indicato per manager, startupper, ingegneri, designer, docenti e studenti che vogliono avvicinarsi per la prima volta al processo (Empathize, Define, Ideate, Prototype e Test) del Design Thinking per fare innovazione e allo stesso tempo acquisire i principi e le strategie per creare nuovi prodotti e servizi eco-friendly per l’Economia Circolare.
Il Design Thinking è indicato anche per chiunque voglia semplicemente imparare i concetti fondamentali per risolvere qualsiasi questione complessa, a partire dai bisogni delle persone.

Il programma non è rivolto a chi ha già fatto corsi di base in questi ambiti e per chi voglia approfondire la scienza dei materiali e dei processi dell’Economia Circolare (che questo corso non tratta).

DOVE E QUANDO

Si svolge online in 4 incontri di 4 ore (totale 16 ore) dalle 9:00 alle 13:00 nelle giornate di:
Lunedì 17 Ottobre, Lunedì 24 Ottobre, Venerdì 11 Novembre, Venerdì 18 Novembre

COME SI SVOLGERANNO GLI INCONTRI

Gli incontri saranno in diretta con il docente, affiancato dal coordinatore del corso. I partecipanti lavoreranno in modalità learning by doing, organizzati in team, tramite le piattaforme online Cisco Webex e Miro. Si prevedono lezioni teoriche, attività progettuali strategiche e creative (soprattutto di team ma anche individuali), Q&A, esercizi di consolidamento e ripasso, peer review, fonti di approfondimento.

COSA SI FARÀ

L’intera umanità si trova di fronte a fenomeni climatici sempre più estremi, frequenti e devastanti causati dal riscaldamento globale, provocato dal vecchio modello consumistico dell’Economia Lineare (usa-getta).
Per contrastare questo fenomeno nessuno ha più dubbi sul fatto che dovremo transitare immediatamente verso la nuova l’Economia Circolare (usa-riusa-ripara-ricicla) dove tutto ciò che l’umanità produce e consuma dovrà non solo avere il minore impatto possibile sulla natura, ma dovrà anche rigenerarla.

In questa prospettiva il corso introduce l’approccio del Design Thinking valorizzato dalle strategie progettuali del Circular Design per fare innovazione nell’Economia Circolare.

Il Design Thinking, popolarizzato negli anni’90 alla Hasso Plattner Institute of Design dell’Università di Stanford (noto anche come d.school), è un approccio strutturato per innovare e risolvere problemi in ambiti molto diversi che vanno dal business alla vita personale. Il suo processo si distingue per la prospettiva sistemica, l’empatia verso l’utente (i cui bisogni sono sempre al centro), il pensiero creativo espansivo e la sperimentazione test & learn.

L’Economia Circolare corrisponde ad un sistema economico basato su modelli di business che sostituiscono il concetto di “fine vita” promuovendo questi tre principi fondamentali:

  • progettare evitando la produzione di rifiuti e di inquinamento;
  • mantenere i materiali il più possibile in uso; 
  • rigenerare, copiando quello che la natura fa da sempre, i sistemi naturali, sociali e commerciali.

Il Circular Design ha il suo più importante centro di promozione nella Ellen MacArthur Foundation.

Nei 4 incontri si affronterà una sfida dedicata all’ideazione di un prodotto innovativo per l’Economia Circolare adottando il processo in cinque fasi Empathize, Define, Ideate, Prototype e Test del Design Thinking.
Nella fase Empathize si svolgerà la ricerca sull’utente per scoprire i suoi bisogni da cui partire per l’ideazione di nuove soluzioni.
In Define si analizzeranno i bisogni dell’utente per elaborare gli insight (intuizioni che indicano una direzione per l’ideazione delle soluzioni più efficaci).
Nella fase Ideate, molteplici soluzioni creative verranno sviluppate a partire dagli insight integrando le strategie di innovazione del Circular Design.

Infine, nelle fasi Prototype e Test, verranno elaborati e testati prototipi quick & dirty per validare e migliorare il prodotto finale.

COSA SI IMPARERÀ

Dopo questo corso i partecipanti saranno in grado di comprendere e adottare principi e metodi per fare innovazione human-centred attingendo dal toolkit del designer e integrando i bisogni delle persone, le possibilità della tecnologia, il successo di business e il rispetto per la natura.

*Nello specifico si imparerà a:

  • ideare prodotti innovativi a partire dai bisogni delle persone con il processo del Design Thinking
  • applicare al processo d’innovazione i principi e le strategie del Design Circolare

  • distinguere ed eseguire prima il problem-framing e dopo il problem-solving
  • alternare efficacemente il pensiero divergente e convergente
  • condurre ricerca diretta sull’utente tramite una intervista
  • – definire le proto-persona (profili preliminari dei macro-utenti)
  • elaborare la stakeholder map per analizzare l’ecosistema della sfida
  • considerare driver e macrotrend per elaborare soluzioni a lungo termine
  • – fare brainstorming ibrido (ideazione creativa sia individuale che di gruppo) per superare i blocchi da group think
  • elaborare una value proposition map
  • – fare visualizzazione collaborativa delle idee generate
  • utilizzare la tecnica dot voting per priorizzare le idee e prendere decisioni collettive democratiche e trasparenti
  • – adottare il processo test & learn di prototipazione e testing per ottimizzare le soluzioni prima di investire nella loro implementazione finale

  • valutare a fine percorso la possibilità di miglioramento del processo e dei risultati
  • partecipare a una peer-review
  • utilizzare la lavagna digitale online Miro

*Per la natura sperimentale dell’esperienza, gli obiettivi di apprendimento elencati sopra potrebbero variare in base alla traiettoria effettiva che prenderà il percorso di ricerca e sviluppo.

REQUISITI E MATERIALI

Non sono richieste conoscenze o esperienze precedenti relative al Design Thinking e all’Economia Circolare.

Per quanto riguarda i materiali serviranno: ambiente tranquillo da cui collegarsi, computer con un buon collegamento, smartphone, post-it, fogli A4, cartoncino bianco, forbici, nastro adesivo trasparente, penna nera, pennarello nero punta media (per scrivere note facilmente leggibili sui foglietti adesivi), qualche pennarello colorato.
In base a come si svilupperà il lavoro verranno eventualmente consigliati ulteriori materiali.

DOCENTE

OMAR VULPINARI è un esperto di innovazione, service design e brand communication con oltre 30 anni di esperienza internazionale. Benetton Group, Samsung, Sky, Nazioni Unite, Phaidon, Electa, Teachers Without Borders, Max Mara, ART-ER sono solo alcune delle organizzazioni per cui ha lavorato.

È il primo Service Design Network Master Trainer accreditato in Italia. È docente universitario in Design dei Servizi all’Università di Bologna e alla Bologna Business School, e in Advertising 3.0 all’Università della Repubblica di San Marino. Ha insegnato Design Thinking Methods all’Università di Ferrara ed è stato responsabile del corso specialistico di Service Design Innovation MDes presso la University of the Arts London – London College of Communication.
Ha tenuto conferenze e lezioni universitarie e presieduto giurie in più di 30 paesi in tutto il mondo.

Ha ricevuto numerosi premi tra cui AIGA, D&AD, Graphis, Good Design e ADI ed è stato due volte nominator per la Sir Misha Black Medal and Award per l’innovazione nell’educazione al design.

 

Scheda di iscrizione

Scadenza iscrizioni 30 settembre 2022

Quota di partecipazione 350€ + IVA

Contatti

Chiara Longhi

chiara.longhi@centoform.it

Tel: 051 43 82 961

Documenti