Skip to content

Febbraio 2024 

CarboFarmHub, un progetto Erasmus+ che promuove reti di conoscenza transfrontaliere 

Il cambiamento climatico è un problema globale che rappresenta un rischio significativo per l’ambiente e per tutte le forme di vita sulla Terra. Per questo motivo, vi è una crescente necessità di iniziative faro e di un quadro d’intervento comune per affrontare la questione. Secondo l’Eurobarometro 2021, un cittadino europeo su cinque tiene conto dell’impronta di carbonio degli alimenti che acquista e talvolta adatta, di conseguenza, i propri modelli di spesa. Ciò dimostra il crescente interesse dei consumatori per la scelta di prodotti alimentari a zero emissioni.

Il progetto Carbon Farming Awareness Hub (CarboFarmHub) è un’iniziativa Erasmus+, cofinanziata dalla Commissione europea. Il progetto intende aumentare la consapevolezza e le competenze, in particolare tra i giovani cittadini e gli agricoltori, al fine di prepararli alle nuove sfide che deriveranno dalla crescente domanda di sistemi alimentari sostenibili, soprattutto in Europa, a causa del Green Deal, della strategia Farm2Fork e della Soil Mission per la riduzione dell’impronta climatica dei prodotti agricoli.  

Il progetto mira a creare una rete di centri di sensibilizzazione in quattro Paesi partner: Grecia, Italia, Portogallo e Spagna. Il progetto è guidato da sei organizzazioni partner di quattro Paesi dell’UE, tra cui NEW AGRICULTURE NEW GENERATION (NEAGEN) dalla Grecia come coordinatore, insieme a tre organizzazioni non governative (ACADEMY OF ENTREPRENEURSHIP dalla Grecia, ECOVALIA dalla Spagna e AGROBIO dal Portogallo), un centro di ricerca scientifica (Theophrastus Research Institute dalla Grecia) e un centro di formazione (Centoform dall’Italia). 

Il primo incontro annuale del progetto CarboFarm Hub si è svolto ad Atene il 25 e 26 gennaio, dove tutti i partner si sono riuniti per discutere e organizzare le attività attuali e future da svolgere nei prossimi 2 anni. Il secondo giorno è stato dedicato al primo workshop del progetto, aperto dal dott. Dimitris Voloudakis, che ha dato il benvenuto ai partecipanti, contestualizzato il workshop e presentato il progetto Carbon Farming Hub. “Carbon Farming nell’UE: Prospettive e sfide” è stata la prima conferenza introdotta da Iosif Botetzagias, professore presso l’Università dell’Egeo e membro dell’Istituto di ricerca Theophrastus, che ha fornito una panoramica dettagliata della situazione attuale dell’agricoltura del carbonio in Europa, evidenziando le opportunità soprattutto per gli agricoltori, ma anche le minacce del greenwashing. Nella seconda lezione, intitolata “Applicazioni dell’economia circolare in agricoltura”, George Vlachos, professore assistente presso l’Università Università Agraria di Atene, ha ricordato che molti agricoltori stanno già applicando buone pratiche, ma che si può fare molto di più in termini di sequestro del carbonio. La lezione finale del workshop si è concentrata su “Stima dei flussi di CO2 negli ecosistemi forestali”, dove Nikos Fyllas, professore assistente presso l’Università Nazionale di Atene, ha presentato i risultati di uno studio condotto in una foresta greca e ha discusso i diversi risultati ottenuti con metodi diversi. 

Gli organizzatori hanno incoraggiato tutti i partecipanti a seguire il progetto, ad abbracciare l’idea di ispirare nuovi giovani agricoltori e a lavorare insieme per adottare pratiche sostenibili del suolo per le generazioni attuali e future. 

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.